sabato, 20 luglio, 2019
Home Età del diabete Il diabete in famiglia

Il diabete in famiglia

L’educazione della famiglia nell’età prescolare

L’educazione, come in tutte le epoche della vita, rappresenta un punto cardine nell’approccio multidisciplinare del diabete.

Il ruolo della famiglia nell’autocontrollo e nell’autogestione

Quando i figli arrivano in epoca adolescenziale i genitori debbono capire che è giunto il momento di rinunciare al ruolo di registi dei ragazzi, esercitato fin dal momento della diagnosi

Il rientro a scuola dopo la diagnosi

Quanto più saremo rassicuranti e sereni nel relazionarci con gli insegnanti, tanto più il ragazzo vivrà serenamente il proprio diabete anche nell’ambito della scuola.

Il bambino, la famiglia, il nonno

il bambino con diabete e la sua famiglia

Chi pensa ai bambini?

Per i genitori il primo compito è quello di far comprendere che la fine del rapporto di coppia non significa la fine dell’amore tra genitori e figlio

L’educazione: un cardine fondamentale

L’educazione ha l’obiettivo fondamentale di raggiungere un buon controllo metabolico, al fine di assicurare ai nostri ragazzi una crescita e uno sviluppo normali, senza scompensi acuti e senza complicanze croniche.

Un aiuto “bestiale”

Ai bambini e agli adolescenti è salutare “prescrivere” un animale

L’educazione: un cardine fondamentale

Il trattamento della malattia richiede il trasferimento al paziente e ai familiari di un insieme di informazioni teoriche e pratiche, indispensabili per attuare una cura efficace.

Non solo i genitori hanno paura…

È doveroso gestire con oculatezza i timori familiari

E i fratelli e le sorelle?

Il bambino con diabete assume un ruolo centrale all’interno della famiglia. I fratelli, spesso, inavvertitamente, vengono trascurati. I genitori vanno aiutati a creare un...

Le malattie da raffreddamento

Sotto la denominazione di malattie da raffreddamento è compreso un gruppo di disturbi che si caratterizza per la presenza di infiammazione o flogosi delle alte vie respiratorie FAV (naso, faringe,trachea, grossi bronchi). Si stima che ogni anno nel periodo dall’autunno alla primavera la quasi totalità dei bambini di età prescolare (2-5 anni), soprattutto quando vengono inseriti per la prima volta nella comunità dei coetanei, presentino almeno un episodio di FAV